Io Sono - Il Conte di Saint Germain

Scritto da: -

Abbiamo già parlato qui a Mysterium di quel grande e affascinante enigma relativo al Conte di Saint-Germain. Soprattutto ne abbiamo parlato in riferimento a quel meraviglioso libro, a lui attribuito (o meglio allo spirito di lui attribuito) intitolato IO SONO.

Per chi vuole approfondire sulla figura del Conte, a quanto pare realmente esistita, può cliccare qui.

Questo libro mi meraviglia sempre, perchè ad ogni rigo contiene così dense riflessioni che esprimono un profondissimo spirito cristiano.

Chiunque abbia scritto IO SONO, è un illuminato vero.  Lo ri-scopro leggendo cosa scrive a proposito del vivere questa esperienza in mezzo agli altri.  Sembra veramente che parli ora. E io sono convinto che è questo che dovrebbe ri-succedere, per vivificare nuovamente e VERAMENTE quella parola:

Voi che avete ricevuto dovete dare.                   Voi che siete vivificati (ricordate San Paolo, Efesini ? Ndr), dovete divenire vivificatori. Voi dovete portare negli affari, nella professione,  nel lavoro, nel mondo circostante, la mia presenza vivente    (è IO SONO che parla, quindi il Verbo, quindi Cristo).

Dovete aprire le porte dei cuori addolorati e ammalati e lasciare che la mia luce e il mio amore risanatore si riversino in essi.     Voi dovete essere il lievito che farà lievitare la massa.      Se le condizioni di questi cuori debbono essere sollevate, tocca a voi, miei risvegliati, di portare a questi miei ignoranti, traditi, e illusi la mia ispirazione, la mia benedizione, la mia forza, perchè essi possano levarsi, respingere lungi l'influenza del mondo, ascoltare la mia voce interna ed essere d'ora in poi i padroni delle condizioni circostanti e non più gli schiavi.  

Nessuna condizione nella vita può essere sollevata o dominata sfuggendo da essa.

Non male, no ?

Ciao a tutti, Fabrizio.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Non vorrei sembrarti una guastafeste; ma in termini biblici :IO SONO è il Nome col quale il Signore si rivela a Mosè e la sua traduzione dal testo ebraico con lo 'stativo' ne cancella la valenza dinamica, coinvolgente, vivificante con la connotazione della Misericordia... Gesù = Ieoshua = IO SONO SALVA l'Emmanuel = il Dio-con-noi ha un Nome preciso e diverso. Perché quell'enfasi su IO SONO? riferito al Verbo sì ma come se la mediazione di Cristo, il Verbo Incarnato, il Nome Nuovo con cui Dio si è fatto presente nella pienezza del tempo, non fosse necessaria?Io diffido tantissimo dei santoni che in mezzo a splendide verità possono propinarti menzogne difficilmente identificabili. E perché far riferimento a loro, quando nel Vangelo e nelle lettere apostoliche e nella Tradizione di Padri c'è già tutto questo e anche di più? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Miriam hai ragione su tutta la linea. Ma IO SONO - il libro - non ha nulla a che vedere con i santoni. E nemmeno - forse - con lo stesso Conte di Saint-Germain, almeno con quel personaggio che portava quel nome.  E' un libro singolarissimo, e ripeto, di saggezza puramente cristiana. Poi naturalmente la sua origine 'esoterica' ne fa qualcosa di inaccettabile, in chiave ortodossa. Ma a me piace avere la mente aperta anche su cose come questa. Quel soggetto che parla nel libro - e che si autodefinisce IO SONO - parla un linguaggio molto familiare... F. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Faber faber... dove ti vai cacciando... se Miriam prende in mano quel libro smette poi di leggerti :PColui che è, sempre stato e sempre sarà..Bereshit barà elohim Tre semplici parole, che poste in un triangolo esattamente come nella Santa Trinità, contengono già il mistero di Cristo e del Verbo Incarnato. Che si è ri-velato nel Vangelo.Quel libro in mezzo a splendide Verità, cmq, cercava di non propinare Nulla.   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    PS Per Miriam, avevo scritto, prima di aprire quel libro per la prima volta, proprio in questo blog, che bisognava stare attenti a quanto arriva con quel mezzo, perchè non tutti sono in grado di riconoscere la fonte, e come sottolinei tu... tra tante belle parole si può sempre nascondere....Se la verità ama nascondersi, la menzogna è sempre in agguato! Il bello però è che riconoscere i falsi profeti non è poi così difficile. Quando si predica Libertà Uguaglianza Fratellanza e... Tolleranza Benevolenza Umiltà.... "Dai frutti si riconosceranno gli alberi.Ciononostante quel libro è frutto dei tempi e solo in questi ultimi 50 anni poteva capitare di trovarne uno così in libreria... una volta veniva nascosta la già velata bibbia (fino a che hanno era proibita la lettura a quanti non facevano parte del clero?) e adesso....  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Approposito del conte invece...Mio Fratello Giacomo Casanova, racconta nel suo secondo incontro col conte,  qualcosa di molto divertente..concesse udienza solo a lui fra tanti che lo disturbavano... però lo cacciò via quando rimase scettico davante uno dei giochini che faceva il conte, a detta del Casanova allo scopo di pavoneggiarsi.Chiese una moneta, d'argento, al Casanova.... gli poggio un carbone ardente e cadde a terra.. .quella che colse da terra il Casanova era però una moneta d'oroCasanova affermava di credere fosse stato un gioco di prestigio, intanto però se ne tornò a casa con la moneta di oro purissimo al posto di quella d'argento ;) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    penso che io sono sia stato scritto proprio dal conte di saint germain, per il fatto che lui è rimasto misterioso proprio come il libro secondo me ha voluto lasciare un messaggio al mondo ovvero che tutti noi siamo padroni della nostra vita e non schiavi, come ci vuole far credere il mondo, non chiede di essere creduto per forza ci chiede solo di aprire gli occhi e di lasciare entare dentro di noi quella parte che neanche conosciamo, quella parte che molte persone non vedono perchè hanno paura di vedere, io penso che sia stato veramente un grande perchè io avendo letto anche solo la metà di quel libro sono riuscita comunque a rimanere sconcertata. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Credo che quella lettura può meglio essere capita, leggendo "Da Betlemme al Calvario" di Alice Bailey  si può scaricare dall'indirizzo internet:  http://www.esonet.org/Application/Biblioteca/ElencoBiblioteca.aspx?Autore=99. Buon Studio  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Potremmo stare a discutere per ore ore e ancora ore su quanto siano attribuibili a questa o quell'altra persona le parole del libro Io Sono.  Una cosa è certa: le ha scritte un essere umano. Altra cosa importante, forse la seconda e ultima dopo la precedente: quelle parole fanno un effetto straordinario. Che le abbia scritte maometto, topogigio, batman, gesù, il conte di saint germain...non importa. L'unica cosa che importa è che quelle parole ti tirano fuori il meglio di te, se riesci per un attimo a mettere da parte le tue idee (che magari sono pure buone). Se ti svuoti, ti riempi. Se lasci cadere tutto dall mani, le mani si riempiono.  Importa l'effetto delle parole, cosa ti scatnano dentro. Non importa chi le ha scritte. Può averle scritte anche il mio peggior nemico.  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    è semplicemente divino . Le parole del Conte non c\'è dubbio che abbiano il nesso ontologico o se preferite col divino . Solo un altro mi provoca questo innalzamento dell\'energia quando lo leggo : Prof. Antonio Meneghetti fondatore dell\'Ontopsicologia .Gli scritti del Conte sono , in altri temini, come un trattamento Reiki non di cura ma di illuminazione . Sei al centro di te stesso appunto nell\'Io sono o Visione Ontica . LUCE A TUTTI VOI FRATELLI  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    A me questo libretto, ha cambiato la vita. L\'ho scoperto tempo fa. Io sono. Io sono, chi sono io? Io sono Dio. Questa è la prima grandissima verità che mi ha estasiato. Noi siamo la divinità, ne siamo parte e quindi siamo Dio. Io e voi siamo dei e siamo la terza persona della Trinità, come ci hanno insegnato i nostri fratelli più evoluti: Saint Germain, Gesù ed altri ancora. Siamo dei, siamo i figli prediletti, ma lo siamo solo potenzialmente. Il libro insegna come recuperare la nostra divinità dimenticata, come ritornare nella Casa del Padre, che è il senso profondo della parabola del Figliuol prodigo. Come? Partendo dal presupposto che pensare è creare. Qui bisogna stare attenti, perchè molti spiritualisti che hanno sostenuto \"pensare è creare\", o legge d\'attrazione e teorie annesse al pensiero positivo, hanno scordato, oppure ignoravano che il pensiero deve essere inteso come convinzione, che implica un impegno ben diverso dal semplice pensare. Il libro spiega come trasformare il pensiero in convinzione. Sìì calmo e sappi Io sono Dio e ripetilo costantemente, affermalo dentro di te. Con calma e perseveranza si attrae nella propria vita la divinità. Succede. All\'utente che opponeva il primato dei Vangeli, i Padri, ed altri testi bibblici, rispetto a questo, rispondo che la divinità è più ampia delle catalogazioni nelle quali la rinchiudono spesso. I Vangeli andrebbero reinterpretati di sana pianta, anche per la scarsa illuminazione dei Padri e di chi li ha interpretati, tradotti, mal capiti, censurati e manomessi. Per quanto concerne il Conte di Saint Germain, (il mio grande amore spirituale, insieme a Gesù), e la domanda se sia importante sapere chi ha scritto il testo, la giusta osservazione è che nel libro è spiegato: Io Sono, è il rappresentante dello Spirito Santo, che si è espresso tramite l\'entità denominata Conte di Saint Germain, attraverso questa canalizzazione. L\'identificazione di Saint Germain quale autore, ha una indubbia valenza nel riconoscere che la divinità si esprime attraverso l\'individualità del singolo. Il Conte è stato un grande anche sul piano fisico e storico, anche se le cronache dell\'epoca hanno distorto i fatti. Una sua grande dote, ignorata da tutti era il trasformismo che gli permetteva di essere contemporaneamente più personaggi. E le presunte lunghe assenze dalla scena mondana o di corte, erano dovute alla necessità di recarsi a vivere altrove, nelle vesti di un altro personaggio. Nessuno sen\'è accorto e vi dò un\'anteprima:   Giacomo Casanova ed il Conte di Saint Germain erano la stessa persona. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Io Sono - Il Conte di Saint Germain

    Posted by:

    Ma che santo e santo!...SVEGLIATEVI!!!...lui ha detto esplicitamente che \"  il credo massonico va conservat nella purezza della dottrina luciferina\"...tirate le conclusioni e capirete senza troppi sforzi che le sue sono dottrine di demoni atte a sviare la strada verso il vero padre a cui si arriva solo tramite il Cristo Gesù!...non fatevi ingannare da questi falsi profeti che altro non sono che maestri ascesi di Astarte & Co.....gli stessi alchimisti e maghi hanno usato da secoli l\'esagramma o sigillo di Salomone per evocare spiriti.... Scritto il Date —