George Adamski

Scritto da: -

    E' una delle figure leggendarie della Ufologia.  E la sua storia personale è appassionante al punto tale che mi auguro sempre che qualcuno prima o poi ci faccia un bel film stile hollywoodiano.

George Adamski, per chi non lo conosce, nasce in Polonia il 17 aprile 1891; i suoi genitori emigrano negli Stati Uniti, quando ha due anni di età. Acquisisce la cittadinanza nel 1915, durante il ser-vizio militare nel 13° Cavalleria, dove resta fino al 1919. Nel 1934 fonda e dirige a Laguna Beach (California) il monastero dell'Ordine Reale del Tibet, un circolo esoterico che diffonde i precetti di un misticismo di carattere universale, ispirato in parte al cristianesimo, in parte alle filosofie orientali.
A metà degli anni ‘40 la conoscenza degli oggetti volanti diventa la sua missione. Il suo primo avvistamento di un UFO  fotografato con l'ausilio del telescopio di sua proprietà, risalirebbe al 1946 e avrebbe avuto luogo alle pendici del monte Palomar (California), vicino alla sua abitazione. Nel 1950 la rivista Fate pubblica le fotografie.
Il 20 novembre 1952 poi è il giorno che rivoluziona la sua vita e le sue idee. Quel giorno, presso Desert Center, nel deserto della California, George Adamski avrebbe incontrato un alieno, un venusiano uscito da un'astronave. Lecito chiedersi se il suo contatti è realmente avvenuto e se i sei testimoni, che vi avrebbero assistito (le due coppie di coniugi George Hunt e Betty J. Williamson, Alfred C. e Betty M. Bailey, oltre a Lucy McGinnis ed Alice K. Wells), hanno dichiarato la verità, anche se le loro testimonianze scritte sono state rilasciate davanti ad un notaio.

Da questo leggendario episodio scaturisce molta della ufologia moderna. E ancora c'è gente che si accapiglia su Adamski/cialtrone o Adamski/veggente.

Trovate notizie su di lui qui, sul sito della Fondazione a lui dedicata:

http://www.gafintl-adamski.com/

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!