Pietra Pomice per sincronizzare l'Età del Bronzo ?

Scritto da: -

"Sincronizzare" gli orologi delle antiche popolazioni dell'eta' del bronzo analizzando la pietra pomice: e' l'idea di un gruppo di ricercatori austriaci, che mira a ridefinire la storia del Mediterraneo del secondo millennio avanti Cristo riconoscendo l'origine di questi prodotti vulcanici presenti negli scavi archeologici.

Come dimostra lo studio internazionale 'Sciem2000' coordinato da un chimico del politecnico di Vienna, dunque, l'archeologia potrebbe ricevere una grossa mano dall'impiego di tecnologie proprie della fisica nucleare. Infatti, i ricercatori hanno studiato la composizione chimica dei campioni di pietra pomice rinvenuti in vari scavi archeologici irradiandoli con un fascio di neutroni: questo provoca la formazione di particelle radioattive che decadendo emettono raggi gamma analizzati poi da uno spettrometro.

Grazie a questi identikit, gli studiosi sono riusciti a risalire ai vulcani di origine delle pietre, datando con maggior precisione i resti archeologici. "L'eruzione del vulcano dell'isola di Santorini per esempio - spiegano i ricercatori - avvenuta nel 1.600 avanti Cristo, rappresenta un particolare indicatore temporale. Quando oggi troviamo i prodotti di quell'eruzione in uno scavo, possiamo sincronizzare le diverse culture. Inoltre possiamo sapere quali governanti erano al potere in diverse localita' in un certo periodo".

Ma l'analisi chimica delle pietre vulcaniche permette di svelare anche le rotte commerciali che portavano questi prodotti molto diffusi nell'antichita' da un paese all'altro."Abbiamo scoperto - concludono i ricercatori - che la pietra pomice, come prodotto commerciale, copriva nel Mediterraneo distanze che arrivavano fino ai duemila chilometri".

(fonte - ANSA http://www.ansa.it ).

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Pietra Pomice per sincronizzare l'Età del Bronzo ?

    Posted by:

    GORDONFRANCIS: Davvero interessante. Ma soprattutto utile. In archeologia c'è molta confusione, nonostante la professionalità e la dedizione degli studiosi. Posso dirtelo per esperienza diretta: non sono un archeologo ma ho lavorato come "addetto alla vigilanza" letteralmente "al fianco" di studiosi di fama nazionale ed internazionale. Ed il "campo di operazione è la mia regione, la Sardegna...Ho detto tutto. La Sardegna è esemplificativa, un vero test per gli archeologi; si pensi alla civiltà nuragica. E' un'epoca molto misteriosa e soprattutto ricca. Su molte cose vi è confusione, soprattutto per la datazione. Ed il tutto ricade proprio nell'età del bronzo. pensa che i nuraghi sono datati in modo differente ..da studio a studio (studi seri e scientifici, non il solito antagonismo "scienza"- "archeologia alternativa). Se generalmente titti vengono pacificamente collocati nell'età del bronzo, c'è tuttavia molta confusione sulle "fasi" di costruzione ( un  nuraghe "trilobato" costruito in 300 anni per alcuni, ed in un trentennio per altri, una bella differenza!). "Metro di valutazione" sono soprattutto le "tombe di giganti", tipiche tombe "comuni" prospicienti i villaggi (nuragocentrici o privi del nuraghe-che era(??) una sorta di "reggia" o "municipio" nonché "tempio" o "fortezza" od ancora svolgenti tutte queste funzioni e perciò polifunzionali-, le ceramiche e reperti ossei ivi rinvenuti e le "testimonianze culturali" (si disputa sulla "scrittura nuragica" -???)-....  Noi abbiamo l'ossidiana, altra pietra -vetrosa- che costituiva praticamente "l'oro nero dell'antichità"! Un sito nuragico viene talvolta datato 1600 a.C. ed altre volte 1200/950 a.C... Per dirti..e questo avviene persino su uno stesso nuraghe! Nuraghi, per non parlare dell'epoca pre-nuragica (6000 a.C./1800-?-a.C.) dove c'è da perdersi!! Se si affina un metodo come quello della "lettura del tempo" dai raggi Gamma emessi dal bombardamento di neutroni sulla pietra pomice- e ne abiamo!!- molti misteri e soprattutto incertezze clamorose verranno in gran parte chiariti e compresi. Questo non solo per l'archeologia sarda ma..per tutta quanta l,'archeologia mondiale. Ciao.Marghian Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Pietra Pomice per sincronizzare l'Età del Bronzo ?

    Posted by:

    Grazie, Marghian, per questa bellissima dissertazione. Conosco bene la Sardegna - anche se non bene come vorrei - e sono enormemente affascinato dall'archeologia dell'Isola e dagli splendidi Nuraghi ai quali vorrei dedicare presto alcuni post. Ciao, GF Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Pietra Pomice per sincronizzare l'Età del Bronzo ?

    Posted by:

    GORDONFRANCIS:Certo che un post sull'archeologia sarda sarebbe graditissimo ed interessante. Non lo dico per campanilismo (dai miei commenti avrai capito che sono tutt'altro che... "nazionalista"), ma perché la Sardegna è veramente ricca di storia. Una storia antichissima che parte da bem prima dell'epoca protostorica da me citata; la presenza dell'uomo in Sardegna risale a ben 20.000 anni fa almeno. Pensa a quanto si può dire  e discutere sulla Sardegna e sulla sua storia.  Anche per chi non conosce la materia in specifico essa è comunque uno spunto di discussione, in quanto la storia dei sardi s intreccia con quella degli altri popoli del Mediterraneo e non solo. Ciao.Marghian  Marghian Scritto il Date —