Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

Scritto da: -

Si comincia finalmente a parlare di Gobekli Tepe, l'incredibile sito archeologico in terra curda, risalente a 12.000 anni fa ! Già da molti archeologi viene definita la Stonehenge d'Asia, e i suoi monoliti stanno facendo impazzire gli studiosi. Vi riporto qui sotto un eloquente e interessantissimo resoconto scritto da Tom Cox.

Per il vecchio pastore curdo era solo un altro giorno caldo che bruciava, nella  pianura orientale della Turchia. Al seguito del suo gregge verso le aride colline, superò l'albero isolato di gelso, che la gente del posto considerava come 'sacro'. Le campane delle pecore tintinnavano nel silenzio. Poi notò qualcosa. Accovacciato, spazzolò via la polvere e scoprì una strana, grande, pietra oblunga.

L'uomo guardava a sinistra e a destra: c'erano altre pietre rettangolari, piantate nella sabbia. Decise d'informare qualcuno al villaggio, forse le pietre erano importanti.

Il curdo solitario, in quel giorno estivo del 1994, aveva compiuto la più grande scoperta archeologica degli ultimi 50 anni. Altri dicono che aveva fatto la più grande scoperta archeologica di sempre: un sito che ha rivoluzionato il nostro modo di guardare la storia umana, l'origine della religione - e forse anche la verità sul giardino di Eden.

Poche settimane dopo la sua scoperta, la notizia raggiunse i museologi nella antica città di Sanliurfa, dieci miglia a sud-ovest. Essi si misero in contatto con l'Istituto archeologico tedesco di Istanbul. Così, alla fine del 1994, l'archeologo Klaus Schmidt raggiunse il sito di Tepe Gobekli per iniziare gli scavi.

Egli disse: ‘Non appena ho visto le pietre, seppi che, se non me ne andavo immediatamente, sarei rimasto qui per il resto della mia vita.’

Schmidt rimase, e ciò che ha scoperto è sorprendente. Gli archeologi di tutto il mondo sono d’accordo sull’importanza del sito. ‘Gobekli Tepe cambia tutto’, spiega Ian Hodder, della Stanford University.

David Lewis-Williams, docente di archeologia presso l’Università Witwatersrand a Johannesburg, dice: ‘Gobekli Tepe è il più importante sito archeologico del mondo.’

Alcuni vanno oltre e dicono che il sito e le sue implicazioni sono incredibili. Il professore universitario Steve Mithen dice: ‘Gobekli Tepe è troppo straordinario per la mia mente.’

Che cosa ha alimentato e stupito il mondo accademico, solitamente sobrio?

Il sito di Tepe Gobekli è abbastanza semplice da descrivere. Le pietre allungate, scoperte dal pastore, si sono rivelate essere le cime piatte di grandi megaliti a forma di T.  Immaginate versioni più snelle e scolpite delle pietre di Stonehenge o Avebury.

La maggior parte di queste pietre erette sono intagliate con immagini bizzarre e delicate - soprattutto di cinghiali e di anatre, di caccia e selvaggina. Sinuosi serpenti sono un altro motivo. Alcuni dei megaliti mostrano gamberi o leoni. Le pietre sembrano imitare forme umane - alcune hanno ‘braccia’ stilizzate, verso il basso, ai lati. Funzionalmente, il sito sembra essere un tempio, o un sito rituale, come i cerchi di pietra dell’Europa occidentale.

Ad oggi, 45 di queste pietre sono state scavate - disposte in cerchi da cinque a dieci metri di diametro - ma vi sono indicazioni che molto di più c’è da scoprire. Indagini geomagnetiche indicano che ci sono centinaia di altre pietre erette, che aspettano solo di essere scavate.

Se Gobekli Tepe fosse semplicemente questo, sarebbe già un abbagliante sito - una specie di Stonehenge turco.

Diversi fattori unici innalzano però Gobekli Tepe nella stratosfera dell’archeologia - e nel regno del fantastico.

Il primo è la sua età. La datazione al radiocarbonio mostra che il complesso è di almeno 12.000 anni fa, forse anche 13.000 anni.

Ciò significa che è stato costruito intorno al 10.000 a.C. A titolo di confronto, Stonehenge è stato costruito nel 3000 a.C. e le piramidi di Giza nel 2500 a.C.

Gobekli è quindi il più antico di tali siti nel mondo, con un ampio margine. E’ così vecchio che precede la vita sedentaria dell’uomo, prima della ceramica, della scrittura, prima di tutto. Gobekli proviene da una parte della storia umana che è incredibilmente lontana, nel profondo passato dei cacciatori-raccoglitori.

Come poterono gli uomini delle caverne costruire qualcosa di così ambizioso? Schmidt pensa che bande di cacciatori si siano riuniti sporadicamente nel sito, durante i decenni di costruzione, vivessero in tende di pelle di animali e uccidessero la selvaggina locale per nutrirsi.

Le molte frecce di selce trovate presso Gobekli giocano a sostegno di questa tesi, ma sostengono anche la datazione del sito.

Questa rivelazione, che i cacciatori-raccoglitori dell’Età della Pietra potrebbero avere costruito qualcosa come Gobekli, cambia radicalmente la nostra visione del mondo, perché mostra che la vita degli antichi cacciatori-raccoglitori, in questa regione della Turchia, era di gran lunga più progredita di quanto si sia mai concepito - incredibilmente sofisticata.

E’ come se divinità scese dal cielo avessero costruito Gobekli con le loro mani.

Qui si arriva alla connessione biblico e al mio coinvolgimento nella storia di Gobekli Tepe.

Circa tre anni fa, incuriosito dai primi scarsi dettagli appresi sul sito, mi recai a Gobekli. Fu un lungo e faticoso viaggio, ma ne valeva la pena.

Torna poi, Il giorno stesso in cui sono arrivato mi sono messo a scavare, gli archeologi stavano scoprendo opere d'arte da restare a bocca aperta. Quando quelle sculture sono apparse, ho capito che ero tra i primi a vederle dopo la fine della glaciazione.

Klaus Schmidt mi ha detto che, a suo parere, questo posto era il sito del biblico giardino di Eden. Più in particolare: ‘Gobekli Tepe è un tempio dell'Eden.'

Per capire come un rispettato accademico della statura Schmidt possa fare una tale affermazione da capogiro, è necessario sapere che molti studiosi vedono l'Eden storia come una leggenda, o allegoria.

Vista in questo modo, la storia dell'Eden, nella Genesi, parla di un'umanità innocente e di un passato di cacciatori-raccoglitori che potevano nutrirsi con la raccolta delle frutta dagli alberi, la caccia e la pesca nei fiumi, e trascorrere il resto del tempo in attività di piacere.

Poi l'uomo ‘precipitò' in una vita più dura, con la produzione agricola, con la fatica incessante e quotidiana. E sappiamo dalle testimonianze archeologiche che la primitiva agricoltura è stata dura, rispetto alla relativa indolenza della caccia.

Quando avvenne la transizione dalla caccia e dalla raccolta all'agricoltura stanziale, gli scheletri mutarono - per un certo tempo crebbero più piccoli e meno sani, perché il corpo umano si doveva adattare a una dieta più povera di proteine e ad uno stile di vita più faticoso. stesso modo, gli animali da poco addomesticati diventano più piccoli di taglia.

Ciò solleva la questione: perché l'agricoltura fu adottata da tutti? Molte teorie sono state proposte - a partire dalle concorrenze tribali, la pressione della popolazione, l'estinzione di specie animali selvatiche.

Ma Schmidt ritiene che il tempio di Gobekli riveli un'altra possibile causa. ‘Per costruire un posto come questo, i cacciatori devono essersi riuniti in gran numero. Dopo avere finito l'edificio, probabilmente rimasero riuniti per il culto. Ma poi scoprirono che non potevano alimentare tante persone con una regolare attività di caccia e raccolta.

‘Penso, quindi, che abbiano iniziato la coltivazione di erbe selvatiche sulle colline. La religione spinse la gente ad adottare l'agricoltura.'

La ragione per cui tali teorie hanno uno speciale peso è che il passaggio alla produzione agricola è accaduto prima proprio in questa regione. Queste pianure dell'Anatolia sono state la culla dell'agricoltura.

Il primo allevamento di suini addomesticati del mondo era a Cayonu, a sole 60 miglia di distanza. Anche ovini, bovini e caprini sono stati addomesticati per la prima volta nella Turchia orientale. Il frumento di tutto il mondo discende da una specie di Farro - prima coltivata sulle colline vicino a Gobekli. La coltivazione di altri cereali domestici - come segale e avena - è iniziata qui.

Ma c'era un problema per questi primi agricoltori, ed è stato non solo di aver adottato uno stile di vita più dura, anche se in ultima analisi più produttiva. Hanno anche conosciuto una crisi ecologica. In questi giorni il paesaggio che circonda le misteriose pietre di Gobekli è arido e brullo, ma non è stato sempre così. Come le incisioni sulle pietre mostrano - e come resti archeologici rivelano - questa era una volta una ricca regione pastorale.

C'erano mandrie di selvaggina, fiumi ricchi di pesce, e stormi d'uccelli; verdi prati erano inanellati da boschi e frutteti selvatici. Circa 10000 anni fa, il deserto curdo era un ‘luogo paradisiaco', come dice Schmidt. Quindi, che cosa ha distrutto l'ambiente? La risposta è: l'uomo.

Quando abbiamo iniziato l'agricoltura, abbiamo cambiato il paesaggio e il clima. Quando gli alberi sono stati tagliati, il suolo è stato dilavato via; tutto ciò che l'aratura e la mietitura hanno lasciato era il terreno eroso e nudo. Ciò che era una volta una piacevole oasi è diventata una terra di stress, fatica e rendimenti decrescenti. E così, il paradiso era perduto. Adamo il cacciatore è stato costretto ad allontanarsi dal suo glorioso Eden, come dice la Bibbia.

Naturalmente, tali teorie potrebbero essere respinte in quanto speculazioni. Tuttavia, vi è abbondanza di prove storiche per dimostrare che gli scrittori della Bibbia, quando parlavano dell'Eden, descriveva questo angolo di Anatolia abitato dai Curdi.

Nel Libro della Genesi, è indicato che l'Eden è a ovest dell'Assiria. Gobekli si trova in tale posizione. Allo stesso modo, il biblico Eden è attraversato da quattro fiumi, tra cui il Tigri e l'Eufrate. E Gobekli si trova tra due di questi.

In antichi testi assiri, vi è menzione di un ‘Beth Eden' - una casa di Eden. Questo piccolo regno era a 50 miglia da Gobekli Tepe.

Un altro libro dell'Antico Testamento parla dei ‘bambini di Eden, che erano in Thelasar', una città nel nord della Siria, vicino a Gobekli.

La stessa parola ‘Eden' deriva dal sumerico e significa ‘pianura'; Gobekli si trova nella pianura di Harran.

Così, quando si mette tutto insieme, la prova è convincente. Gobekli Tepe, infatti, è un ‘tempio nell'Eden', costruito dai nostri fortunati e felici antenati - persone che avevano il tempo di coltivare l'arte, l'architettura e il complesso rituale, prima che il trauma dell'agricoltura rovinasse il loro stile di vita, e devastasse il loro paradiso.

E ‘una splendida e seducente idea. Eppure, ha un sinistro epilogo, dato che la perdita del paradiso sembra aver avuto un effetto strano e abbrutente sulla mente umana.

Pochi anni fa, gli archeologi rinvennero presso Cayonu un mucchio di teschi umani. Essi furono trovati sotto una lastra d'altare, tinta con sangue umano.

Nessuno è sicuro, ma questa può essere la prima prova di sacrifici umani: uno dei più inspiegabili comportamenti umani, che potrebbero avere sviluppato solo di fronte ad un terribile stress sociale.

Gli esperti possono discutere sull'evidenza di Cayonu. Ma quello che nessuno nega che è il sacrificio umano abbia avuto luogo in questa regione, tra la Palestina, Israele e Canaan.

L'evidenza archeologica indica che le vittime erano uccise in enormi fosse di morte, i bambini erano sepolti vivi in vasi, altri erano bruciati in grandi giare di bronzo.

Questi atti sono quasi incomprensibili, a meno che non si pensi che la gente aveva imparato a temere le divinità, perché era stata scacciata dal paradiso. Così avrebbe cercato di propiziare la collera dei cieli.

Questa barbarie potrebbe, infatti, essere la chiave di soluzione di un ultimo, sconcertante mistero. I sorprendenti fregi di pietre di Gobekli Tepe si sono conservati intatti per uno strano motivo.

Molto tempo fa, il sito fu deliberatamente e sistematicamente sepolto con un colossale lavoro insieme a tutte le sue meravigliose sculture di pietra.

Intorno al 8000 a.C., i creatori di Gobekli seppellirono la loro realizzazione e il loro glorioso tempio sotto migliaia di tonnellate di terra, creando le colline artificiali sulle quali il pastore curdo camminava nel 1994.

Nessuno sa perché Gobekli fu sepolto. Forse fu una sorta di penitenza: un sacrificio alla divinità della collera, che aveva gettato via il paradiso dei cacciatori. Forse fu per la vergogna della violenza e dello spargimento di sangue che il culto della pietra aveva contribuito a provocare.

Qualunque sia la risposta, i parallelismi con la nostra epoca sono notevoli. Quando contempliamo una nuova era di turbolenza ecologica, pensiamo che forse le silenziose, buie, pietre vecchie di 12000 di Tepe Gobekli stanno cercando di parlare con noi, per metterci in guardia, perché stanno proprio dove abbiamo distrutto il primo Eden.

 

di Tom Cox / (28 Febbraio 2009)

 

Fonte: Daily Mail & Guardian/La porta del Tempo

http://www.dailymail.co.uk/home/index.html

http://www.guardian.co.uk/

http://www.laportadeltempo.com/

 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Come è stato possibile datare le pietre 12mila anni fa con l'analisi del radiocarbonio che, si sa, non funziona su materia inorganica (come le pietre)? Spesso ci si lascia prendere dall'euforia di una scoperta avanzando mille ipotesi tutte divine o quasi facendo crollare tutti coloro che ci lavorano dentro un baratro che li classifica "ciarlatani", "new age" finendo poi per non essere presi sul serio... Io prima di scrivere certe cose (e ne avrei, molto più convincenti di queste) ci penserei su 12mila volte, tanto quanto gli anni con cui avete datato quelle pietre... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Alberto,sono d'accodo in generale su quello che dici (delle baggianate newage per creduloni davvero non se ne può più) ma in particolare in questo caso è probabile che gli anni ci siano tutti.Per quel che riguarda la datazione, sicuramente hanno analizzato i resti organici tra le pietre: pollini, rimasugli di legno, ecc.Inoltre considera che quella zona è veramente la culla delle nostre culture. Poco più a sud ci sono le città (propriamente dette) più antiche del mondo: Jericho abitata fin dal 9000 AC, Damasco probabilmente coeva, Byblos... E poi sempre in Anatolia c'è Catal Huyuk sorta intorno al 7000 AC; e non dimentichiamo Ur e le altre città della mesopotamia a sud-est.Insomma, che ci fosse un insediamento così antico non è poi così strano, in quella zona: è una delle culle della civiltà.  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    blog,archeoingegneriageodetica.gobekli tepe , la traduzione Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Trovo davvero incomprensibile il fatto che l'archeologia classica si ostini a voler mettere assieme l'immagine di un'umanità agli albori della sua evoluzione (sociale, tecnologica...) e realtà come questi monumenti che noi stessi oggi, con alle spalle migliaia di anni di progressi, non saremmo nemmeno in grado di imitare. Per come la vedo io, anche la storia ufficiale, almeno quella che pretende di volerci raccontare le nostre origini, non è composta d'altro che di speculazioni, e sono proprio realtà come Gobekli Tepe a dimostrarlo in modo inconfutabile. Non potrò mai accettare che popolazioni di semplici cacciatori possano aver costruito un simile complesso, o che una popolazione come quella egizia che non conosceva il ferro possa aver eretto le tre grandi piramidi e la sfinge da sola e senza l'ausilio di macchine appropriate. Alcuni siti archeologici contengono blocchi di pietra talmente pesanti che nessuna gru al mondo, oggi, sarebbe in grado di sollevare, e sono posizionate con un precisione quasi assoluta.Il punto qual è? Beh, io credo che siti come questo dovrebbero farci capire che in realtà, del nostro passato, non ricordiamo più nulla. Ci adagiamo su teorie ortodosse, accademiche che, con la loro apparente logica e coerenza, rendono questi misteri assimilabili, ma in realtà non ci dicono un bel niente e lasciano senza risposte molti, troppi punti. Allora non vedo perché, dal momento che anche l'archeologia classica si basa su semplici teorie, chi ne propone di alternative basate su prove concrete, e che rispondono in modo più completo ai nostri interrogativi, debba essere etichettato come ciarlatano e le sue teorie come spazzatura "new age". Non dimentichiamoci che è esistita gente come Galileo Galilei: conosciamo bene la sua storia, e mi viene da ridere al pensiero che ai nostri tempi sarebbe preso in giro e definito un ciarlatano che spaccia teorie new age...Non ricordo chi l''ha detto, ma sono assolutamente d'accordo: l'umanità è una specie che soffre di amnesia. E aggiungo: di fronte all'ignoto sfoggia tutta la sua arroganza. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    comunque e qualunque sia la verità é stupefacente.Avendo una lampada ed un unico desiderio sicuramente opterei x tornare nel passato x poter dare valore al presente Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Domenicoa me sembra che sia arrogante dare velatamente dell'incompetente a chi per fare bene il proprio lavoro ha dovuto dedicare la vita allo studio, acquisendo competenze di architettura, fisica, statica, astronomia, geologia oltre che storia; e che di conseguenza usa questi strumenti per formulare le proprie teorie. Un altro tipico fraintendimento è che il termine "teoria" in scienza abbia lo stesso uso che se ne fa comunemente. Non è così. Non sono affatto "semplici teorie".Il tuo approccio alla questione "sollevamento blocchi" mi sembra frutto di una documentazione un po' a senso unico. Non solo oggi abbiamo gru capaci di SOLLEVARE pesi superiori a quella del più pesante blocco di Giza (che invece doveva solo essere trascinato) ma sul come potessero fare gli egizi sono stati proposti diversi metodi che non implicano l'uso del ferro. Oltretutto - come dicevo - il TRASCINAMENTO dei basamenti è un conto, il sollevamento dei blocchi un altro. L'ultimo attrezzo proposto in ordine cronologico, che dalla sua vanta anche una documentazione storica, è il cosiddetto "argano spagnolo", geniale nella sua semplicità.Vedi questi link:http ://www. world-mysteries.com/mpl_2_1.htmhttp ://www. archaeogate.org/sperimentale/article/67/6/sperimentazione-relativa-alla-movimentazione-di-masse-n.html (togli gli spazi per ricostruire i link). Quanto a Galileo Galilei: occhio che è un personaggio insidioso da citare quando si parla di "semplici teorie"... In genere gli appassionati di pseudo-scienza ne parlano come se fosse un eretico da cui prendere esempio ogni volta che hanno una nuova congettura da promuovere. E' una mutatio controversiae: Galileo era un eretico rispetto la chiesa, e non rispetto la scienza di cui è il fondatore. Era proprio il metodo scientifico da lui inventato - quello contro cui si scaglia la pseudo-scienza - a infastidire la chiesa, perchè toglieva il primato del sapere alla religione.  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Gabriele, cerca il libro di Kathleen Kenyon "Digging up Jericho" con i nomi di 150 archeologi ca. pagati dal governo di Amman e pubblicato nel  1959. Lo hanno fatto sparire. Posseggo un libro su scavi a Chatal Huyuk, Mari, Uruk, Susa. Su "Archeo" c'era un bell'articolo su venere di 35.000 anni fa. Mi piacerebbe corrispondere privatamente, ho bisogno di altri tasselli per il mio grande puzzle. Claudia Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Più che "fatto sparire" sembra semplicemente che non sia più stato ristampato (non è raro per i testi di archeologia) ma vedo che su Amazon, usato, si trova e non costa neanche troppo. Si trovano anche degli estratti in qualche sito (è citato come prova della non esattezza storica dell'Antico Testamento e della necessità di non interpretarlo alla lettera).Qui lo puoi consultare addirittura on-line (free trial): http://www.questia.com/library/book/digging-up-jericho-the-results-of-the-jericho-excavations-1952-1956-by-kathleen-m-kenyon.jsp Secondo me si trova anche in qualche biblioteca universitaria. Cosa intendi per Venere? Il pianeta o qualche scultura? Nel primo caso non so cosa tu possa aver letto su Venere di 35.000 anni fa, ma se c'è scritto che in così poco temo è cambiata allora temo che l'autore abbia fatto ricorso più alla fantasia che ai fatti. Venere è assolutamente invivibile da almeno due miliardi di anni (secondo le stime più ottimistiche).Nel secondo caso - cercando su internet - ho visto che il riferimento potrebbe essere la Venere di Hohle Fels. Non la conoscevo ed è veramente incredibile, un manufatto splendido che la dice lunga sui "semplici cacciatori" del nostro lontano passato.Non so quanto io possa esserti utile - l'archeologia mi affascina ma so veramente poco, ho solo un certo naso per le bufale - però chiedi pure: gabriele punto 2012 chiocciola gmail punto com (l'ho scritto così per evitare quintalate di spam).   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    i 12.000 anni della datazione del sito di Gobekli Tepe, sempre che sia dimstrabile scientificamente, mi fa riflettere sulle teorie dell\'esplosione della civilta\' umana, propste dallo studiso/scrittore ZECHARIA SITCHIN2 che ha scritto numerosi saggi sull\'argomento che in definitiva coinvolge la presenza di Divinita\' extra terrestri, provenienti dal 12° pianeta \"NIBIRU\". Varrebbe la pena di andarsi a leggere quanto a scritto Sitchin. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Infatti Carlo.Vale la pena di leggere quello che scrive Sitchin per rendersi conto di quanto sia facile prendere in giro la gente con teorie che di scientifico non hanno nulla. Chiunque abbia anche una minima infarinatura di fisica o di astronomia sa quanto il lavoro di Sitchin sia ridicolo dal punto di vista scientifico. Una cosa quasi imbarazzante. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Ma possibile che nessuno si rende conto che le popolazioni antiche abbiano potuto costruire tutte queste grandi opere,non avendo mezzi e attrezzature adatti per farle,soltanto con l'aiuto di una civiltà molto più progredita della nostra...??? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    chiedetevi dove sono finiti i reperti di selce e quali dovrebbero essere gli esperti che dovrebbero analizzare le decorazioni di quei strumenti,forse stanno semplicemente distruggendo ogni prova come al solito..peggio per loro e per chi non si ribella..non tutti i ricercatori stanno impazzendo cercando delle risposte, questo sito è un regalo che gli avrebbe dovuto aprire gli occhi,a disposizione per qualsiasi spiegazione,questi dal anno 2000 non sono più misteri ma omissioni....cordiali saluti.http://archeoastronomia-geodetica.blogspot.com/http://blog.libero.it/archeogeodesia/view.php?ssonc=1065015937http://blog.libero.it/archeogeodesia/ Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Indirizzato a tutti quelli che: "c'è di mezzo una civiltà aliena più progredita". Se così fosse, perchè tutti quei siti mostrano costruzioni esclusivamente in pietra o in mattoni di terra cruda (niente materiali progrediti, né lavorazioni tecnicamente complesse; giusto il "problema" del trasporto), privi di una vera progettazione d'insieme, ma che mostrano solamente una generica "intenzionalità" distributiva, nessuna conoscenza di concetti quali cupola e arco (le Tholos e simili sono una cosa ben diversa da un punto di vista costruttivo), NESSUN UTILIZZO DI METALLI che sono invece "tipicamente" legati alle civiltà progredite, nessun accenno di vera pianificazione urbanistica (persino Mohenjo-Daro è spiegabile con l'inurbamento di precedenti campi coltivati con canali d'irrigazione in mezzo, come ancora accade in tutta l'area compresa tra l'Indo e il confine afghano... se solo gli archeologi guardassero intorno!)...? E potremmo continuare all'infinito!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    c'è stata una civiltà terrestre più progredita della nostra. Dal punto di vista del pensiero occidentale questo è inconcepibile; noi sappiamo tutto, il tempo è una linea retta e noi siamo più avanti, superiori. Questo è modo di pensare "d'occidente" da quando "l'occidente" si è proclamato tale e si è inventato un passato, un presente, un futuro.oggi (e non solo) il concetto di scienza e il significato ideologico della parola scienza non possono essere più lontani. Oggi la "scienza" è un mezzo fra i tanti di affermare un ideologia predefinita, se un artefatto contraddice il sistema si cambia l'artefatto. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    io sarei molto + perplesso sulle spirali di tungsteno ritrovate...cm è soprattutto chi le ha fatte? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    gli archeologi,penso ne sappiano molto più di noi;mi affascina il fatto che questi ritrovamenti facciano così tanto discutere e soprattutto coinvolgere studiosi di tutto ilmondo.anna Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    lollole ha fatte una fabbrica sovietica di lampadine...  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Le considerazioni lette cercano di darci un senso logico ad un perchè così piuttosto complicato per spiegare qualcosa che non sappiamo e si vuole immaginare percorsi poco semplici della  mente umana (non quella di oggi ma mi riferisco a quella dei tempi che furono).Eppure un certo non so che,mi fa pensare che le cose siano più semplici di quanto si creda,eccone il perchè:anni fa visitai Babilonia e fra le rovine vidi anche uno stanzone lungo una ventina di metri,costruito quasi totalmente interrato,per conoscere attraverso il posizionamento dei raggi di sole sul pavimento della costruzione che penetravano all\'interno dall\'unica finestra posta nella parte superiore del fabbricato che fuori usciva dal livello del terreno circostante,il momento specifico della giornata,vale a dire l\'orario di quel momento.Sono stati forse i babilonesi,senza saperlo,i primi inventori dell\'orologio.Questo il mio contributo a correlazione di quanto le cose siano più semplici di quel che pensiamo. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Mi lascia perplesso una cosa di questo articolo: si cita Tom Cox senza specificare chi sia di preciso, ma a dire il vero è uno scrittore di romanzi e il testo riportato è proprio la citazione di parte del suo romanzo. Collego solo ora perchè ho letto il libro e ho chiuso ora il link mentale con l\'articolo. Il libro si chiama qualcosa tipo Codice Genesi, ma è tutt\'altro che un trattato scientifico sul sito archeologico, ma un thriller pseudo-soprannaturale anche abbastanza macabro, quindi... perchè citare un fanta thriller come fonte per una scoperta archeologica? Per caso il tizio in questione è anche uno scienziato? Altrimenti tutta la descrizione perde completamente di credibilità. Ho provato a fare un giro (molto veloce a dire il vero) sul web ma ho trovato solo lo spezzone che Gordon riporta qua.  Non me ne volere Gordon, ma a mio parere è abbastanza fuorviante citare un libro di fantascienza per descrivere una scoperta archeologica senza nemmeno dire che si tratta di un romanzo. Magari puntualizza meglio la cosa. ;) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    noto che il nocciolo della discussione sia riguardo la tecnica di costruzione del sito di Göbekli Tepe e degli altri templi in generale che ci lasciano a bocca aperta poichè on riusciamo a capire come un uomo privo di conosenze tecniche ( o presumibilmente privo) come le nostre sia stato capace a realizzare tutto ciò. a mio parere non è questo il punt cetrale della questione, ma un altro che è puramente religioso.qua si parla di lughi dove l uomo pratico il culto per la prima volta e non ci si interroga perche abbia avuto il desiderio di farlo o la necessità.le risposte che da Göbekli Tepe sono rilevanti da qso punto di vista pero vorei ricordare un altro sito archeologico della stessa rilevana: le grotte di lascaux nella dordogna francese.molto piu ntiche del templio scoperto in turchia esse non hanno rilevanza dal punto di vista architettonico ma sicuramnte lo hanno dal punto di vista della religione e della sua nascita unita alla nscita dell arte. secondo me l archeologia sbaglia poichè non si pone a volte le giuste domande. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    incredibilmente ammirevole e stupefacente! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    non sapendo dove segnalare la cosa.... notate nulla di strano??http://seeker401.files.wordpress.com/2011/10/easter-island-statue-excavation.jpghttp://4.bp.blogspot.com/-ROwUjxU49q8/To0Lnqeql2I/AAAAAAAAL_k/y8RisXhOX2Q/s1600/gobekli-tepe%2Btemple.pngciao paolo Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    12 addirittura 13.000??? No. Non arriva, negli strati più antichi, a 9.500 anni fa. E sì, in italiano pare che sia stato tradotto solo uno stupido romanzo. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    ciao tristo mi dai i riferimenti? perchè io in giro ho trovato date intorno al 9000bc quindi 11000 anni fa circa ciao paolo Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    Così, quando si mette tutto insieme, la prova è convincente. Gobekli Tepe, infatti, è un ‘tempio nell\'Eden\', costruito dai nostri fortunati e felici antenati - persone che avevano il tempo di coltivare l\'arte, l\'architettura e il complesso rituale, prima che il trauma dell\'agricoltura rovinasse il loro stile di vita, e devastasse il loro paradiso. Considerazione : L\'agricoltura non é solamente un trauma nello stile di vita di questi individui .  Il passaggio dalla caccia e la raccolta occasionale ( che non lasciava riserve perché tutto era consumato immediatamente) all\'agricoltura che invece presupponeva  un certo accumulo di riserve , creò assieme ad uno stato di sudditanza permanente . la prima forma di \" CAPITALISMO \" . Gestito , lo si sa , dalla casta sacerdotale..... Quindi eccoci al Paradiso Perduto . L\'uomo posò l\'arco e la sua libertà in spazi aperti , in cambio ebbe la zolla di terra e la fatica quotidiana . Si dice che questi luoghi fossero centri di aggregazione a carattere religioso , ma in sostanza era il Potere Clericale che radunava tribù diverse in modo di avere su di esse un controllo totale..... È solo il ripetersi della vicenda umana.... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    meditare gente ,meditare !!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    com\'è possibile che all\'epoca, nell\'età della pietra, abbiano costruito tutto ciò a scopo religioso? come è possibile se \"Cristo\" ha fatto la sua \"comparsa\" soltato 10mila anni dopo!? come è possibile?? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Tepe Gobekli : Tutto il nostro mondo è cominciato lì, 12.000 anni fa ??

    Posted by:

    digitate su you tube ,,,enigmi alieni 13 e trovere molte delle risposte alle domande che vi fate !!!!! Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Mysterium.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano