Tra 5 giorni, l'8 novembre, passaggio ravvicinato di un asteroide .

Scritto da: -

asteroid-hits-earth-2.jpg

Il prossimo 8 novembre l’asteroide 2005 YU55 sara’ protagonista di un incontro ravvicinato da record con la Terra. Lo spettacolo sara’ ben visibile anche dall’Italia. L’asteroide 2005 YU55 e’ stato scoperto il 28 dicembre del 2005 da Robert McMillan, del programma Spacewatch dell’universita’ dell’Arizona vicino a Tucson.

Per la sua composizione, il corpo celeste e’ stato classificato come un asteroide di tipo C, ovvero carbonioso, e ha un diametro di circa 400 metri. Secondo i calcoli degli astronomi, il prossimo 8 novembre arrivera’ quasi a sfiorare la Terra, passando a poco piu’ di 300.000 chilometri di distanza, un vero e proprio record per un oggetto di quelle dimensioni, anche se non dovrebbe rappresentare un vero pericolo.

Le circostanze dell’evento sono particolarmente favorevoli per l’Italia, che avra’ l’asteroide ben visibile nel momento clou del passaggio.

fonte  ANSA

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Tra 5 giorni, l'8 novembre, passaggio ravvicinato di un asteroide .

    Posted by:

    E la mia impressione oppure da un pò di tempo molti asteroidi potenzialmente pericolosi intersecano la terra? Ma staremo a vedere ma una cosa e certa prima o poi un grosso sasso ci piomberà addosso e poveri noi! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Tra 5 giorni, l'8 novembre, passaggio ravvicinato di un asteroide .

    Posted by:

    prima o poi bisogna trovare un modo per spostare la Terra... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Tra 5 giorni, l'8 novembre, passaggio ravvicinato di un asteroide .

    Posted by:

    sono daccordo con te THE ROCK ultimamente si sente piu spesso dire sfiorata la terra troppo per i miei gusti Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Tra 5 giorni, l'8 novembre, passaggio ravvicinato di un asteroide .

    Posted by:

    The rock In realtà gli asteroidi ci sfiorano da sempre. Solo che ora la copertura del cielo è maggiore e veniamo a saperlo, mentre prima succedeva a nostra insaputa. Poi la fine della civiltà è più probabile che avvenga a causa di un virus. Scritto il Date —