Un popolo sconosciuto ha vissuto in Cambogia secoli fa

Scritto da: -

una università neozelandese ha scoperto resti fossili di una civiltà vissuta tra il 1300 e il 1600 in Cambogia, nelle alture, che aveva usi e costumi completamente diversi dagli altri popoli conosciuti finora.

medium_557038140.JPG Nuovi elementi per ricostruire la storia di un popolo sconosciuto vissuto in Cambogia tra il 1300 e il 1600 attraverso la ricostruzione dei loro riti funebri sono emersi dallo studio condotto dal Dipartimento di Anatomia della University of Otago (Nuova Zelanda), pubblicato su Radiocarbon. I ricercatori, al lavoro dal 2003, hanno fornito le prime datazioni al radiocarbonio di piccoli vasi e feretri ritrovati nelle Cardamom Mountains nel Sud della Cambogia. I riti ricostruiti dagli studiosi sono molto diversi da quelli registrati finora nel paese.  

Dopo la geolocalizzazione di dieci siti di sepoltura, i ricercatori della Otago, con colleghi provenienti da Cambogia, Australia, Stati Uniti e Scozia, hanno datato campioni del legno delle bare, dello smalto dei denti e delle ossa dimostrando che i resti risalgono al periodo incluso tra la fine del 1300 e la meta’ del 1600 (1395-1650), cioe’ durante il declino del regno Khmer di Angkor.

“Le pratiche funerarie del regno di Angkor e dei suoi successori - ha spiegato Nancy Beavan dell’Universita’ di Otago - comprendevano la cremazione, a differenza di quanto emerge da questi siti. Questa diversita’ dimostra che, in termini culturali, questi montanari sconosciuti erano un mondo a parte rispetto ai loro contemporanei che vivevano nelle pianure”.

fonte AGI

Finora infatti le ricerche che hanno ricostruito la storia Khmer si erano concentrate a valle. Altri reperti di uno dei 10 siti, ha spiegato Sian Halcrow, l’altro ricercatore neozelandese coinvolto, offriranno nuovi indizi sulla cultura, i collegamenti commerciali e l’adattamento biologico all’ambiente di questo popolo sconosciuto.

fonte AGI

Vota l'articolo:
3.33 su 5.00 basato su 3 voti.