Profezia Maya 2012: una mostra per sbugiardare la leggenda

Scritto da: -

Una mostra ad Alessandria in programma da domani "smitizza" la profezia riproponendo tutti gli errori più bizzarri del passato.

Maya.jpg

Tutto falso, a cominciare dalla tradizionale rappresentazione del calendario Maya, “la famosa immagine circolare che invece e’ un manufatto azteco”.

Per ironizzare e riflettere sulle paure legate all’annunciata ‘fine del mondo’ per il 21 dicembre prossimo, ad Alessandria apre i battenti la mostra tematica ‘Dicembre 2012 - E alla fine, ci salveranno gli alieni?’, in programma da domani, venerdi’ 4 al 27 maggio.

“Sedicenti profeti, apocalissi annunciate, catastrofi sventate e interferenze con altri mondi. Quella del 2012 -sottolineano gli organizzatori- e’ solo l’ultima di una lunga serie di profezie sulla fine del mondo.

Sono innumerevoli gli annunci riproposti in passato sui giornali, in Tv e, da qualche anno, su internet all’approssimarsi di date ’sospette’.

Anche in citta’ sono apparsi grandi manifesti che fanno riferimento all’apocalisse prossima”.

Per esorcizzare i timori legati alla data ‘fatidica’, sorriderne un po’ e nel contempo rifletterci sopra, il Centro Italiano Studi Ufologici (Cisu) propone la mostra presso il Museo Etnografico “C’era una volta” di Piazza della Gambarina.

La mostra, dice all’Adnkronos il curatore della rassegna Paolo Toselli, responsabile del Cisu, ospitera’ anche “una rassegna di tutte le varie apocalissi mancate.

Dalla prima profezia sballata, quella del 992, quando l’eremita Bernardo di Turingia preconizzo’ la fine del mondo per il 25 marzo, data in cui coincidevano il Venerdi’ Santo e un’eclisse di sole, fino a quella del 14 luglio 1960, quando i seguaci del ‘fratello Emman’ predissero il diluvio universale rifugiandosi sul Monte Bianco”.

Il percorso espositivo, sottolinea Toselli, “e’ stato ideato proprio per far emergere una realta’ inconfutabile, vale a dire che previsioni apocalittiche di questo tipo vengono fatte da secoli e che da secoli sono poi puntualmente smentite dai fatti”.

La mostra propone un viaggio “dal misterioso pianeta Nibiru al calendario Maya, dalle visioni profetiche ai messaggeri di catastrofi, passando per le mancate Apocalissi dei tempi antichi e le moltelici “guerre dei mondi” della cultura popolare, sino alla colonizzazione della Terra da parte di fantomatici alieni come evocato dal telefilm X-Files.

fonte adnkronos

E per i piu’ curiosi -viene rilevato- l’appuntamento prosegue venerdi’ 11 maggio, alle ore 21, sempre presso il Museo Etnografico “C’era una volta”, per la conferenza:”L’Apocalisse: 2012 fine del gioco?”‘, con Danilo Arona, Gian Maria Panizza e lo stesso Toselli.

fonte adnkronos

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Profezia Maya 2012: una mostra per sbugiardare la leggenda

    Posted by:

    Ciao. \"quando i seguaci del \'fratello Emman\' predissero il diluvio universale rifugiandosi sul Monte Bianco\". E questo e\' niente: \"i seguaci di una setta mariana si diedero appuntamento su una collina dove sarebbe atterrata una astronave per portarli sul pianeta...Maria\"!!!! Lessi questo articolo su \'L\'unione sarda\" nell\'88 quando lavoravo a Cagliari. L\'Unione Sarda riporta articoli anche a carattere nazionale ed internazionale....questa setta mariana non era di Cagliari ne\' sarda..ma questo e\' irrilevante. Rilevante e\' la credulita\', che sappiamo porta anche ai suicidi di massa (\"people\'s temple\" e \"heaven\'s gate\", questi ultimi credevano di salire su una astronave che viaggiava con la cometa hale bopp e per salirvi dovevano privarsi del corpo!!!). Che il calendario circolare sia atzeco e\' irrilevante, olmechi toltechi atzechi maia, sono \"la stessa cosa\"come cultura e conoscenze. Con questo non intendo dire che \"ci si deve credere\" la mia e\' solo una puntualizzazione. Piuttosto, ecco, il \"2012\" e la data del 21 dicembre sono \"la fine di un ciclo\" e secondo le credenze Maya- e quindi atzeca, tolteca, olmeca- ogni passaggio comportava dei cambiamenti, implicanti anche catastrofi e calamita\'. Normale che i Maya atzechi toltechi ci credessero. Strano- ma mica tanto, \"credere\" e/o \"temere\" e\' un bisogno naturale umano - e\' che oggi si pensi che accadranno cose che peraltro i Maya non hanno mai predetto-in specifico-: \"terremoti, catastrofi, diluvi, guerre...lo diceva anche Gesu\'....profezie a carattere generale, infatti ci sono state due belle guerre mondiali. Ma gesu\' diceva \"non sapete ne\' il giorno ne\' l\'ora..\" ecco, gia\' va meglio..come profezia e come profeta. Ciao. Marghian Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Profezia Maya 2012: una mostra per sbugiardare la leggenda

    Posted by:

    Buongiorno,vi segnalo un\'app per smartphone che abbiamo sviluppato per far conoscere tutte le teorie sull\'anno 2012.Si chiama 2012 TheCrossing. La trovate su iTunes store e Android market.In questo blog potete avere un preview dei contenuti testuali presenti nell\'app.http://2012thecrossing.wordpress.com/Se siete interessati a provare l\'app e a scriverne per darne notizia ai vostri lettori e follower su Fb possiamo darvi un promo code per iPhone o iPad.Grazie per l\'attenzione.Enzo http://www.2012thecrossing.com/ Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Mysterium.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano