Alieni catturati dall'FBI nel 1950 ? I nuovi 'scioccanti' documenti sul sito del Bureau.

Nuove clamorose acquisizioni nel sito dell'FBI sugli UFO.

ufo1400dpi.jpg


Gli Ufo esistono e sono stati avvistati nello Utah.


E' quanto rivelano nuovi documenti dell'Fbi pubblicati dal loro archivio sul web ('The Vault, vault.fbi.gov), secondo quanto scrive oggi il Salt Lake Tribune.


I documenti sostengono che il 4 aprile del 1949, agenti dell'Fbi nello Utah inviarono un cablogramma con la dicitura ''urgente'' al direttore J.Edgar Hoover nel quale si diceva che una guardia armata di uno dei negozi di spaccio locali, un poliziotto della cittadina di Logan e un agente di pattuglia stradale dello Utah, avvistarono un Ufo che poi esplose.


Con il titolo 'Dischi volanti', nel cablogramma si legge che i tre videro ''un oggetto di colore argento che si stava avvicinando alle montagne del Sardine Canyon'' che ''e' sembrato esplodere in un'eruzione di fuoco. Diversi cittadini di Trenton...dissero di aver visto quello che sembro' essere una doppia esplosione aerea seguita da oggetti cadenti''.


Il cablogramma, insieme ad altri documenti, rivelano che l'Fbi stava cercando di capire se gli Ufo fossero reali e sembrava che potessero esserlo.


 Quei documenti sono ora disponibili su vault.fbi.gov, un sito dei federali dove sono stati pubblicati diversi documenti.


Tra gli altri, le indagini relative ad una infiltrazione dei comunisti nell'Association for the Advancement of Coloured People, una delle organizzazioni per i diritti civili piu' influenti degli Stati Uniti.


Uno dei documenti - sempre secondo il giornale - rivela che l'episodio degli Ufo nello Utah avvenne due settimane dopo che l'Fbi disse che una ''fonte confidenziale e attendibile'' aveva riferito che ''i dischi volanti sembrano missili costruiti dall'uomo e non fenomeni naturali. Da sottolineare anche che negli ultimi quattro anni l'Unione Sovietica e' stata impegnata in esperimenti di un tipo sconosciuto di Ufo''.


Tra i documenti messi a disposizione dal sito del Bureau anche il famosissimo caso dell'Agente Guy Hottel che, come si legge sul sito di Repubblica.it, il 22 marzo del 1950, testimoniò di come tre oggetti volanti non identificati fossero precipitati nel New Mexico finendo "catturati" dal servizio investigativo americano.


All'interno dei velivoli c'erano, secondo la testimonianza di Hottel, nove corpi dalle fattezze umanoidi alti circa 90-100 centimetri. Gli oggetti non identificati avevano un diametro di circa 16 m ed erano leggermente rialzati al centro. Insomma Ufo nel senso più classico del termine.


"Gli occupanti erano vestiti come i piloti dei jet", racconta Hottel nel suo documento. E' possibile, conclude l'agente dell'FBI, che gli oggetti volanti siano precipitati causa delle interferenze dei numerosi radar presenti nell'area."


Continua a leggere l'Articolo di Repubblica.it qui.




fonte ANSA

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO