Ritrovato il primo uomo di Neanderthal in Spagna

Scritto da: -

La scoperta - un cranio umano risalente a 30-40 mila anni fa è stata fatta nei pressi di Guadalajara, e presenta anche i segni di un morso di una volpe. E' il primo esemplare di uomo di Neanderthal scoperto in Spagna.

medium_3033749380.jpg

Ritrovati i primi resti di un uomo di Neanderthal nella zona di Guadalajara, in Spagna.

La scoperta fatta dai ricercatori del Dipartimento di Preistoria e Archeologia della Universidad Nacional de Educacio’n a Distancia (UNED) e’ avvenuta nei pressi del fiume Jarama, a pochi chilometri da Guadalajara, capoluogo della provincia omonima, dove e’ stato rinvenuto un osso che presenta anche i segni di un morso, ricevuto probabilmente da una volpe.

I resti risalgono probabilmente a circa 30-40mila anni fa. 

Per la determinazione tassonomica dell’osso, corrispondente all’alluce del piede sinistro di un adulto di Neanderthal, e’ stato necessario confrontarlo con altri metatarsi ritrovati in Spagna, Francia e Israele. Secondo la datazione al radiocarbonio effettuata, i resti risalgono a circa 30-40mila anni fa, datazione coerente con il periodo in cui si ritiene fossero presenti uomini di Neanderthal su suolo spagnolo.

fonte AGI

Secondo quanto spiegato da Jesu’s Jorda’, ricercatore al dipartimento di Preistoria e Archeologia della UNED, questi resti farebbero parte di “una comunita’ di uomini di Neanderthal che hanno vissuto per un lungo periodo di tempo nella parte sud del Sistema Central, dove occupavano le grotte e i ripari rocciosi che si aprono nel calcare mesozoico”.

Successivamente, ha continuato lo studioso, la comunita’ si allontano’ a causa di uno straripamento del fiume Jarama. “La vita non era facile nel Pleistocene superiore”, ha concluso Jorda’.

fonte AGI

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voti.