Archeologi entrano per la prima volta nella piramide del Re Maya a Palenque

Nessuno finora era riuscito a penetrare nella tomba reale del tempio XX nel sito archeologico maya, scoperta 13 anni fa. E' caccia al sarcofaco del re Pakal, fondatore della città e della dinastia nel quinto-sesto secolo dopo Cristo.

medium_4906335361.jpg


Archeologi messicani sono entrati per la prima volta nella camera funeraria di una piramide che si ritiene che contenga i resti di uno dei primissimi re di Palenque, una delle piu' importanti citta'-stato della civilta' maya.


La tomba reale del tempio XX fu scoperta nella zona, situata all'estremo sud del Messico, vicino al confine con il Guatemala da ricercatori del Pari (Instituto de Investigaciones de Arte Precolombino) 13 anni fa, ma finora nessuno era potuto penetrare al suo interno, a causa dello stato precario e instabile della piramide alta 18 metri che la protegge.


Nella prima camera mortuaria furono trovati resti ossei, undici vasi, perle di giada e un anello, e un grande affresco murale.


fonte ANSA

Nella tomba si potra' accertare adesso se si trovano effettivamente i resti del re K'uk Bahlam I, discendente diretto del mitico re Pakal, fondatore della citta' e della dinastia intorno al quinto-sesto secolo dopo Cristo, anche se le immagini video ottenute finora non hanno mostrato nessun sarcofago.


fonte ANSA

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO